Dopo aver acquistato il nostro Raspberry Pi, ora bisogna metterci qualcosa dentro, e renderlo utilizzabile.

Come Sistema Operativo utilizzeremo Raspbian.

Raspbian è un sistema operativo basato sui rilasci ufficiali di Debian per l’Architettura ARM, adattato per l’utilizzo su Raspberry Pi.

Vi consiglio di acquistare il set base da qui:

 

Requisiti:

  • un raspberry Pi 3+
  • immagine del sistema operativo Raspbian
  • una scheda sd, magari da 16gb in su
  • un pc con cui creare l’immagine del sistema operativo

 

Per prima cosa scarichiamo l’immagine di Raspbian dal sito ufficiale a questo link,

Possiamo scegliere tra la versione con Desktop Gui, la versione con Desktop Gui e software raccomandato, e la versione minimal.

 

Possiamo sceglierne una qualsiasi per il momento.

Ottenuta l’immagine, bisognerà prima estrarla dall’archivio .zip, e poi scriverla sulla scheda sd.

Una volta estratta l’immagine, con estensione .img, occorrerà usare un software per scrivere l’immagine sulla scheda sd.

Inserire la scheda sd nello slot apposito del pc.

Per Windows possiamo usare Win32 Disk Imager

selezionare l’immagine di raspbian e, sulla destra, la lettera di unità assegnata alla scheda sd.

 

 

Su Linux, suggerisco di utilizzare la line di comando, quindi da terminale scrivere:

 

sudo dd if=/home/username/Downloads/2012-10-28-wheezy-raspbian.img of=/dev/sdc status=progress bs=4M

dove /dev/sdc rappresenta il punto di mount della scheda sd inserita nel pc.

 

Una volta terminata la scrittura, inserire la scheda sd nello slot del raspberry pi, collegarlo all’alimentazione e ad un monitor, o schermo, con il cavo HDMI, e accenderlo, per vedere il sistema operativo avviato.

 

Written by Filippo Aceto

Tecnico informatico, appassionato di tecnologia e sistemi. Un curioso alla ricerca delle migliori risposte.

Rispondi