LAMP server, installazione:

LAMP

Se volete avere un webserver completo sul vostro computer sul quale sviluppare e testare i vostri siti web senza dover accedere alla rete Internet, una possibile soluzione è installare la suite LAMP.

LAMP è un acronimo formato dalle iniziali di Linux, Apache, MySQL e PHP, tutto software open source.

Dunque:

Linux: nel nostro caso si tratta della distribuzione Ubuntu 14.10
Apache: il server web più diffuso al mondo
MySQL: il celebre database open source basato sul linguaggio SQL
PHP: uno dei linguaggi di programmazione web più usati

Per installare il tutto in un unica soluzione si può usare tasksel, dunque diamo da terminale:

 

$ sudo apt-get install tasksel   ( se non è già presente nel tuo sistema )
$ sudo tasksel

 

Alla seguente finestra spostiamoci sulla tastiera e con le frecce in basso, fino ad arrivare su LAMP Server, e premiamo la barra spazzatrice per l’inserimento dell’asterisco ( vedi foto ) e con il tasto Tab, della tastiera spostiamoci su <OK> , poi premiamo invio.

 

tasksel

 

Un’altra possibilità è di scegliere manualmente i pacchetti per far funzionare il vostro server LAMP.

Dovremo installare i seguenti pacchetti:

 

apache2-mpm-prefork (il web server Apache 2)
libapache2-mod-php5 (il modulo PHP5 per Apache 2)
mysql-server (il server MySQL)
php5-mysql (l’estensione MySQL per PHP)

in tal caso basta digitare da terminale:

 

$ sudo apt-get install apache2-mpm-prefork libapache2-mod-php5 mysql-server php5-mysql

 

Verrà avviata l’installazione dei pacchetti necessari:

 

tasksel 2

 

Durante l’installazione verrà chiesto di inserire una Password per l’utente Root per la gestione di  MySQL, inseriamola e memorizziamola, ci servirà di nuovo in futuro.

Esempio ( mariorossi ).

 

tasksel 3

 

Ripetere la password dell’utente Root (dunque ancora mariorossi ) e posizioniamoci con il tasto Tab, su <OK>, poi clicchiamo Invio.
Attendiamo che l’installazione giunga a termine per uscire dal terminale.

 

Teniamo presente che al termine dell’installazione l’accesso a MySQL avviene tramite utente ‘root’ con password corrispondente a quella digitata in fase di installazione (mariorossi) .

La DocumentRoot di default del web server Apache è la directory /var/www dove andranno pubblicate tutte le pagine dei vostri siti.

 

Per verificare che il webserver Apache sia stato installato correttamente basta aprire un browser e digitare nella barra degli indirizzi, l’URL  http://localhost

Se si aprirà una pagina come questa:

 

html

vorrà dire che è andato tutto bene.

Per verificare il corretto funzionamento di PHP è sufficiente procedere come segue.

Creiamo con un file di testo denominato info.php che contenga la sola riga:

<?php phpinfo(); ?>

Salviamo il file info.php su /var/www, apriamo un browser e digitiamo sulla barra degli indirizzi l’URL http://localhost/info.php
Se l’installazione non ha avuto problemi si dovrebbe visualizzare la classica pagina di informazioni di PHP, come quella seguente:

 

php

 

Un problema comune è legato all’impossibilità di vedere i file perché la cartella /var/www (ovvero la DocumentRoot di default) non ha i permessi in lettura e scrittura.
In tal caso una soluzione potrebbe essere quella di abilitare i permessi tramite il comando chmod digitando in un terminale il comando:

<code>$ sudo chmod u=rwx /var/www</code>

 

Se vogliamo amministrare in modo diretto e intuitivo il nostro server MySQL e gestirne agevolmente tutti i database, suggerisco di installare un ulteriore applicativo chiamato phpmyadmin.

Da terminale digitiamo:

 

$ sudo apt-get install phpmyadmin

 

Durante l’installazione verrà chiesto di scegliere quale webserver configurare; scegliamo APACHE2 con lo spazio, ci spostiamo su <OK> e diamo Invio per andare avanti.

 

apache

 

Nella finestra successiva selezioniamo <Sì> e poi clicchiamo Invio.

 

phpm

 

 

Successivamente ci verrà chiesto di inserire una password per la gestione del database, digiteremo la stessa password già inserita per il pacchetto MYSQL  ( nel nostro caso mariorossi ) e poi andiamo avanti cliccando su <OK> .

 

phpm2

 

Verrà richiesta ancora una password; digitiamo sempre quella del nostro esempio e andiamo avanti cliccando su <OK>.

 

 

phpm3

 

Verrà chiesta di nuovo la password per conferma, digitiamo sempre la stessa e clicchiamo su <OK>.

 

phpm5

 

Al termine dell’installazione, aprire un browser e digitare nella barra degli indirizzi l’URL http://localhost/phpmyadmin 

Se non sono sorti problemi nell’installazione, si aprirà una pagina del tipo:

 

 

phpmyadmin

 

 

 

 

per effettuare il login qui dovremmo digitare come utente Root e come password quella inserita in precedenza.

In questo modo potremo gestire i database Mysql in maniera grafica.

 

Avendo un server web sulla nostra distro ora potremo sviluppare i nostri siti direttamente in locale, per poi caricarli nello spazio web desiderato una volta ultimati.

 

 

 

Written by Filippo Aceto

Tecnico informatico, appassionato di tecnologia e sistemi. Un curioso alla ricerca delle migliori risposte.

This article has 2 comments

  1. Avatar
    crearemedia Reply

    Ma guarda, .. non ricordavo come si installa Lamp e.. ho trovato questo indirizzo.. mi chiamo Stefano Aceto.. che combinazione 🙂 Saluti & grazie

Rispondi